Un romanzo che potremmo definire “di formazione”, ambientato in una città del Sud, scritto da un autore che vive e lavora in un’altra città del Sud. Le vicende di un gruppo di ragazzi e di un “covo” nel quale si ritrovano e rispettano delle regole precise. Dal 1974, per circa vent’anni, Beatrice, Nicolò e i pochi loro amici fedeli escono dall’adolescenza, conquistano la maturità, s’innamorano, inseguono sogni e passioni e vivono i drammi della vita.

Luigi Amat è nato e vive a Cagliari. Probabilmente chi già lo conosce, forse anche professionalmente, si stupirà di incontrarlo qui in  veste di autore, ma leggendo le prime pagine capirà che si tratta sì di un esordio, ma sorretto da una storia che vale la pena di essere raccontata. Per questo lo accogliamo volentieri nel nostro catalogo, con un “fuori collana” che potrebbe essere l’inizio di una nuova collana di giovani autori di narrativa.

 

Volume di 180 pagine in formato 13×21 cm. Brossura, copertina con alette. Progetto grafico e illustrazione di copertina di Enrica Massidda

Luigi Amat Matatunno

€ 15,00Prezzo